Ascoltando il silenzio..

Pubblicato 17 gennaio 2013 da Ember

20407-hans-andersen-brendekilde-1857-1942-un-sentiero-alberato-in-

(immagine di Hans Handersen Brendekilde)

Chiuse l’uscio della sua porta
Senza voltarsi indietro …
S’incamminò lungo quel solitario sentiero
Per respirare ed ascoltare il suo silenzio
Avvolto lungo le spalle
Un lungo scialle scuro
A donarle un tiepido calore.
S’incamminò lungo quel solitario sentiero
Costeggiato da alberi disadorni
Ricoperto di foglie rossicce
Come un morbido tappeto
Sulla nuda terra.

Passi lenti e fruscianti
Sguardo che incantato volge tutt’intorno
Colori intensi e brina mattutina
Profumo di terra bagnata.
Tenera la carezza del vento
Ad asciugare una lacrima
Che inaspettatamente scivola
Sulle gote sue.

Sostò per un tempo imprecisato
Sedendosi su una panchina ancora umida
E dalla vernice scrostata.
Rimembranze riaffiorarono improvvise
Vaghi ricordi veloci e misti
Musica lontana come di mille violini.

S’incamminò
Lungo quel solitario sentiero
Per far ritorno verso l’uscio della sua porta … (autrice: Elena)

Novembre

Pubblicato 17 novembre 2012 da Ember

Novembre,

autunno ormai inoltrato,

le temperature scendono

e sui tetti delle case

fumano i comignoli

che sembran ciminiere.

Novembre,

gli alberi ormai spogli,

gli uccelli silenziosi,

infreddoliti e tristi

si appartano nei nidi

in cerca di tepore.

Novembre,

i campi sono brulli,

i fiumi sono gonfi,

le nuvole che corrono

promettono altra pioggia.

Novembre malinconico

rattristi un poco i cuori,

ma poi li risollevi

davanti ad un camino

e a fumanti caldarroste.

Novembre sonnacchioso

intorpidisci i sensi,

il gatto acciambellato

sul suo morbido cuscino

beato se la ronfa

sognando chissà cosa

in un agitar di baffi.

Novembre  mese bigio

mi fa pensare a chi

non vive più tra noi

e allora piano scende

una lacrima silente.

Novembre c’è chi t’ama

e c’è chi ti detesta

io ne l’una o l’altra cosa

o forse un pò di entrambe

ma non me ne volere.

Novembre sai di zucca

di asparagi e di arance

di aglio e ravanelli

di cavoli e carciofi.

Novembre di rubino

del dolce melograno,

colori come il sole

che all’orizzonte muore,

ci vesti di ricordi,

ci coccoli di sogni,

ci offri cose buone….

Novembre or che ci penso

non sei poi così male!

 

 

 

 

nonsolobelletti

A great WordPress.com site

LISOLACHENONCE'

diario di una psicologa disoccupata!

Neri Fondi

Sensazioni Letterarie

FiveOcloCk

Il nostro tè delle 5

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Muraleswebstudio's Blog

Panoramica a 360° sulle risorse gratuite presenti in rete